Report Dopplr 2008

dopplr

Pochi giorni fa mi è arrivato il report annuale dei miei spostamenti da Dopplr. Dopplr è un sito particolare, la cui utilità per molti è pari a zero, ma dietro al quale c’è un costante lavoro di miglioramento che lo rende uno dei miei siti preferiti. Dopplr è un sito dove appuntare i propri spostamenti, i propri viaggi e trasferte, è un sito utile per lo più per chi viaggia molto, vuole avere un po’ sott’occhio i propri spostamenti e, magari, condividerli con gli amici.

E’ probabile che molti lo vedano come una perdita di tempo, l’ennesimo sito dove registrarsi e perderci tempo, in realtà l’uso di Dopplr è talmente semplice e veloce che aggiornarvi i propri spostamenti è praticamente indolore. Nel corso del tempo poi il team di sviluppo ha aggiunto tutta una serie di integrazioni con altri siti che ne ha arricchito di molto l’esperienza d’uso, google calendar, facebook, flickr, wordpress sono solo alcuni dei possibili servizi online con i quali scambiare informazioni. Infine visto che è un sito di viaggi e spostamenti, naturalmente non manca la possibilità di leggere consigli e suggerimenti degli altri utenti o di lasciarne di propri.

A guardarlo adesso Dopplr, per quanto ancora molto snello e funzionale è molto più ricco di contenuti rispetto a quando è nato e continua a fare piccoli regali ai propri utenti, come questo pdf colorato che riassume gli spostamenti dell’anno.

Così è inevitabile, lo apro lo guardo e ho voglia di ripartire, di vedere posti nuovi, di tornare dove sono stato, magari per mangiarmi quel wurstel a Berlino che non ho preso o per vedere finalmente i castori che mi hanno fatto rompere la macchina o quello che ancora non ho visto, mangiato o vissuto. Insomma l’obiettivo di quest’anno sarebbe stare in giro più dei centoventuno giorni dell’anno scorso, a pensarci meglio però la cosa che vorrei di più sarebbe stare davvero a casa mia adesso che ne ho una.

(Se volete darci un’occhiata il mio 2008 è questo: Dopplr report 2008)

12 Comments

  1. Lo è. Per quanto riguarda couchsurfing mi ci sono registrato, ma non ho mai ospitato nessuno, ho provato qualche volta ad usarlo, ma sempre in periodi un po’ pieni. Ma essendo un ragazzo magari ho meno possibilità.

    Alessandra era stata in Inghilterra, come pure ho conosciuto altra gente che l’ha utilizzato senza problemi, secondo me occorre viaggiare in periodi meno affollati, cosa che lavorando è un po’ difficile fare. Con un po’ di spirito d’adattamento però si possono fare dei viaggi anche più interessanti conoscendo direttamente gente che vive sul posto.

    Tu ci hai provato? Qualche esperienza?

    Reply
  2. No, no devo dire che sempre molto interessanti i post sul web 2.0.

    Si, io devo dire che l ho utilizzato parecchio. Per quanto hai viaggiato (non ho visto il tuo profilo dopplr, ma le tue statistiche) potresti altamente usare couchsurfing.

    Magari anche conoscere persone della comunita’ del paese dove vivi…(non ho ancora capito, nemmeno la nazione :D)

    A parte l ospitalita’, che potrebbe essere utile ma abbastanza scontata, io amo quel sito per il fatto che quando vado da qualche parte, preferisco chiamare anche gente che non e disposta ad ospitare ma a farti vedere la citta (drink/coffee) e si scoprono davvero belle cose….

    Reply
  3. Ti ho scritto. A proposito di roadsharing, mi sono iscritto, il sito è molto carino, peccato che ora io sia senza macchina, ma quando torno provo ad usarlo. Mi pare che ci siano un bel po’ di percorsi in Italia

    Reply

Leave a Comment.