La notte con l’eclissi

Fuori al balcone, in strada, gente pazza urla cose incomprensibili a chi non li ascolta.

Automobili che han visto tempi molto migliori sgasano al semaforo verde con suoni sordi che fanno tremare i vetri. Pochi metri più in là un cane fa la pipì accanto a un finto cieco che chiede dei soldi, il cieco lo allontana con un giornale vecchio.

Il vecchio albero ha prugne nuove e non ci sono più a terra le bottiglie dell’ultima festa. Un’altra, più piccola, dal tappo arancione, è tra le ruote di una peugeot che viene spostata assai di rado.