Storie col mal di testa

[Filippo e Gloria]

Filippo incontra Gloria sotto ai portici di piazza Maggiore e le chiede se anche lei stia andando alla Feltrinelli. ‘Spiacente caro’ risponde lei ‘non ho alcuna intenzione di frequentarti al di fuori delle ripetizioni di matematica’.

Filippo dopo tre giorni muore.

[Pensiero sulla scrittura]

Esistono metodi per migliorare la propria scrittura, come lo scrivere in stampatello. Ma tutti sanno che scrivere in stampatello è come fare l’amore con la preside delle superiori.

[L’uomo con una scusa]

L’uomo con una scusa era sull’autobus strapieno, pigiato nella calca aveva ben poco spazio per respirare. Poichè aveva una scusa, e lui sapeva che era uno di quelle buone, stava solo pensando a come usarla, avrebbe potuto sedersi sul primo posto libero o avrebbe potuto tirare fuori dalla valigetta che racava seco una mitraglietta d’ordinanza, posto che ne avesse una, e fare una strage di civili innocenti, colpevoli solo di rubargli l’aria fresca e pestargli talvolta i piedi, attività fastidiose ma non ancora penalmente perseguibili in molti paesi. L’uomo pensava però che avrebbe potuto fare di meglio, voleva conservarsi la sua scusa per una momento migliore, magari per avere ragione, per una volta, con sua moglie o per dare uno schiaffo morale al suo capo, o magari nemmeno troppo morale.

L’uomo con una scusa avrebbe aspettato ancora un po’ e sarebbe sceso alla fermata sbagliata.

The plan

Mi sveglio presto.
Lavoro.
Chiamo in ufficio dicendo che faccio un po’ più tardi.
Vado a comprarmi le Clarks.
Torno a posare le scarpe in albergo.
Vado in ufficio.

Update: non c’erano.