Varie ed eventuali sugli ultimi giorni

Questo post è solo per commentare due cose, il passaggio a WordPress e il fatto che me ne vado fuori dalle scatole per qualche giorno.

Sinceramente sono passato a WordPress perchè ci sono un sacco di persone che lo usano e che ogni giorno sviluppano qualche funzionalità aggiuntiva, quindi mi basta aggiungerla e non devo stare a scrivermela io da capo. Ad esempio la gestione dei microformats di cui vi parlerò in un altro momento.

Naturalmente in questo momento non c’è nulla di definitivo, questo template ora come ora mi piace ma non è detto che tra un mese io non lo cambi, oppure ho aggiunto la possibilità di contattarmi via chat quando sono online1 , ma potrei anche toglierla se mi sembrerà inutile.

A leggere i commenti al primo post fatto con WordPress non a tutti è piaciuto il cambiamento, ma visto che la stessa cosa era successa quando avevo cambiato template sul vecchio blog mi viene da pensare che quello che a tutti piace di più dev’essere il template standard di splinder, degli altri tutti si lamentano :P

Parlando con qualcuno poi sembra che la cosa che manca di più in questo nuovo blog siano le citazioni a caso che prima erano in alto a destra, vedrò di rimetterle il prima possibile, inserendole da qualche parte dove non danno molto fartidio e cercherò di aggiungerne altre.

Per quanto riguarda il fatto che per un po’ me ne vado è semplicemente dovuto al fatto che da domani al 5 novembre sarò a lucca per Lucca Comics & Games e da ‘sta mattina, malgrado la nottata passata col mal di testa, sono in clima convention, quindi ho la lingua che va più veloce del solito, la testa che raccoglie stimoli ovunque e il cuore accellerato, nel bene e nel male.

Questo però non vuol dire che vi lascerò in pace, anzi mi permetterà di mettermi in pari con il materiale arretrato che ancora non ho pubblicato. Da stasera a domenica mucio.net sputerà fuori post senza una precisa logica, se passerete di qua troverete ad ogni passaggio spero cose nuove e anche se non ci sarò a rispondervi non è detto che non vi risponda qualcun’altro.

Per il resto fate i bravi

1 Meebo è un servizio figherrimo che permette di chattare all’interno del proprio browser senza dover installare altri programmi, cosa che in ufficio non sempre è possibile, la cosa più bella però è che meeboo permette di tenere sott’occhio in un’unica finestra MSN, GTalk, Jabber, Yahoo!, AOL e ICQ anche più di un account contemporaneamente per ciascuno, ad esempio io di solito uso MSN e due account su GTalk contemporaneamente.

Nu – Pure asian cusine

photo of 'Nu - Pure Asian cusine'

Toh, cena.

No, ma mica cena normale. Cena con il Mio Editore (titolo altisonante per il proprietario di questo Blog) per discutere del radioso futuro di questa rubrica (in realtà, fare due chiacchiere).

Il posto, l’ho scelto io.
L’ora, l’ho scelta io.
La data, ho scelto anche quella io.

Ovvio, arrivo in ritardo.

Il Nu abita in un grande vialone alberato, ed è nascosto in un grande cascinale dell’ottocento, tutto restauratino con tanto di laghetto asiatico e copertura in bamboo. Non si riesce a salvarsi dai leoni di pietra e i buddha dorati (vi prego trovatemi un thai senza).

Noi optiamo per il fusion (che in realtà si rivelerà un cinese solo un po’ più chic). Tavolini mini e bellissimi piatti, i camerieri un po’ ansiosi, che ti stanno addosso come piovre.

Non mi chiedete del cibo (di base buono, tonno scottato e pad thai) non ci ho fatto troppo caso. Ero troppo presa a evitare di fare danni epocali mentre ridevo come una scema per le battute dell’Editore. Oltretutto eravamo schiacciati in un corridoio troppo rumoroso (andava bene per un’osteria di trastevere, non per un posto che cerca di fare il locale figo), anche se molto probabilmente noi contribuivamo fortemente all’inquinamento sonoro.

In sintesi ottima cena, ma non è minimamente dipesa né dal posto né dal cibo, che si sono prestati a fare da cornice senza infamia e senza lode.

Nu – Pure Asian Cusine
Indirizzo: via Feltre 70 (Milano)
Telefono: 02 89059291 (giapponese) – 02 26413212 (fusion)
Sito web: http://www.nu-pureasiancuisine.it/
Costo finale della cena: Non pervenuto :D

Il voto fighetto: 2.0 stellette
**

Changement

Come avrete notato il giocattolo ha cambiato il motore sotto, a breve la veste grafica tornerà più simile alla precedente.

Nel frattempo se volete darmi una mano segnalandomi eventuali problemi ve ne sarei grato.

Update: questo è il blog per ora, a breve cambierò le foto con foto mie e il verde virerà verso l’azzurro, alle bambine che vanno in ferie un saluto, a quelle che si indispettiscono un abbraccio, a quelle matte tutto il resto, tanto sanno già loro cosa farci.

La mia amica che scrive libri

Come al solito sono in ritardo, ma volevo dirvi che domani una mia amichetta a Roma, a Campo dei fiori, presenta il suo primo libro.

Io non ci sarò, non so com’è il suo libro, non vi dico che è una strafiga e non vi dico nemmeno che c’è da bere o da mangiare gratis. Però se ci andate incontrate una mia amica che ha scritto un libro.

Non che io lo abbia saputo molto prima di voi, anzi. Il fatto è che qualche mese fa, tornato a Salerno, incontro Marco Vecchio, un amico di amici, e facciamo due chiacchiere, i soliti saluti che si fanno verso le due di notte in centro a Salerno. Marco però è un personaggio molto particolare, per come si veste, per come parla, per i quaderni e agende pieni di schizzi che ha sempre dietro, Marco è un artista come sul dirsi e a me non dispiacciono affatto i suoi lavori.

Così gli spio nell’agenda che aveva in mano e noto un indirizzo di un blog, poichè a Marco gliel’abbiamo detto in molti di mettere i suoi lavori su internet, gli ho chiesto che indirizzo fosse, non era il suo, ma quello di Viola, una mia amica.

E a me Viola sta simpatica altrimenti non me lo sarei mai ricordato a memoria.

Marco mi dice che Viola ha questo blog, e lui a stento sa cosa sia un computer, e gli ha chiesto una sua opera per la copertina del suo libro. Che fica Viola eh?

Così domani presenta il libro, presto gli potrete dare un’occhiata in libreria, nel frattempo c’è il suo blog, che è un ulteriore blog salernitano a quanto pare e sicuramente più serio di questo.

In breve, nel caso voleste dare un’occhiata al libro in libreria, provate a chiederlo con questi dati:

Viola Simonetti
Sombras
pp. 86
ISBN 88-7842-536-2
EAN 9788878425361
Euro 13,00