Quello che a me fa schifo alla radio

L’ultima rivoltante canzone di Irene Grandi, che mi fa venire voglia di fermare la macchina, scendere in strada, prendere la prima persona che la trova minimamente gradevole e sbatterla con la faccia sul marciappiede finchè non diventa piatta.

La pubblicità della collana di psicologia di Famiglia Cristiana, lui lo prenderei a calci nei coglioni appena apre la bocca, lei sarebbe da dare viva in pasto a dei maiali affamati.

Tutte le pubblicità di materiale edile, restano impresse tutte per essere scritte da cani e interpretate peggio, prima c’era quella del bambino con voce da basso “la casa crepa”, ora c’è quella di quelli che vogliono mettere il cappotto alla casa “così diventa una signora, proprio come te cara, ahahah”. Ma vaffanculo tu, il cappotto e pure quella zoccola puttana di tua moglie.

Fortuna che domani sono in ferie.

La marchetta del santo

E’ con un sentimento di soddisfazione che ho fatto cadere il mio occhio benevolo sulla realizzazione estemporanea di un ragazzo che ha bisogno di tutto l’appoggio possibile, sopprattutto da parte dei servizi sociali.

Detto questo, vi lascio all’ultima opera di Babelez, con la voce amica di Johnson, che si lanciano nel mondo dei serial web con la puntata pilota di N.U. Nettezza Urbana.

p.s. il titolo lo capirete guardando il filmato fino in fondo.

Musica da viaggio

Qualcuno è già partito e adesso è in spiaggia, con i piedi nell’acqua e una mano che accarezza la sabbia e l’altra che si imperla delle goccioline che si stanno formando attorno al bicchiere ghiacciato di mojito.

Altri partiranno a breve, chi come me già sabato prossimo per dieci giorni a Cracovia, chi ad agosto, chi magari rimanderà più in là le ferie.

Credo che Bius, a tutti quelli che partiranno, sono partiti o si sentono sempre in viaggio consiglierebbe questa canzone.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.