Scoperte del weekend

Che la natura non mi piacesse già si sapeva, che stare lontano dalla civiltà (ovvero una connessione ad internet a banda larga, il mio letto e dei centri commerciali) mi deprimesse anche, però questo fine settimana è stato una mazzata incredibile. Hai voglia di dire che si parla di depressione solo dopo mesi e che il mio era solo un disturbo dell’umore. Questi sono i sintomi secondo Wikipedia:

    1. Umore depresso per la maggior parte del giorno, quasi ogni giorno, come riportato dal soggetto o come osservato da altri.
    2. Marcata diminuzione di interesse o piacere per tutte, o quasi tutte, le attività per la maggior parte del giorno, quasi ogni giorno (anedonia).
    3. Significativa perdita di peso, in assenza di una dieta, o significativo aumento di peso, oppure diminuzione o aumento dell’appetito quasi ogni giorno.
    4. Insonnia o ipersonnia quasi ogni giorno.
    5. Agitazione o rallentamento psicomotorio quasi ogni giorno.
    6. Affaticabilità o mancanza di energia quasi ogni giorno.
    7. Sentimenti di autosvalutazione oppure sentimenti eccessivi o inappropriati di colpa quasi ogni giorno.
    8. Diminuzione della capacità di pensare o concentrarsi, o difficoltà a prendere decisioni, quasi ogni giorno.
    9. Ricorrenti pensieri di morte, ricorrente ideazione suicida senza elaborazione di piani specifici, oppure un tentativo di suicidio o l’elaborazione di un piano specifico per commettere suicidio.

Bastano cinque sintomi per parlare di depressione, vediamo:

    – Umore depresso, ce l’avevo, sa che c’è di allegro a vedere alberi e insetti fastidiosi.
    – Diminuzione di interesse e piacere, ce l’avevo.
    – Perdita di peso, ero senza bilancia.
    – Insonnia e ipersonnia, entrambe venerdì mi sono addormentato alle otto e mi sono svegliato il giorno dopo dopo le nove, la notte dopo non riuscivo a prendere sonno, ho scaricato il cellulare per giocare a solitario.
    – Agitazione o rallentamento, domenica pomeriggio dopo la doccia avevo dei tremori strani, forse era solo stanchezza.
    – Mancanza di energia, c’era o meglio mancava.
    – Autosvalutazione, ce l’avevo, il senso di colpa invece non so cosa sia, i miei non mi hanno costretto a confessare che mi masturbavo nè a loro nè ad estranei nascosti da un paravento, sono cresciuto sano, non sono cattolico.
    – Diminuzione della capacità di pensare, non so, forse.
    – Pensieri di morte anche senza piani specifici, c’erano, anche se lievi, non sono molto portato al suicidio, mi diverto troppo di solito.

Io ne conto almeno sei e mezzo, credo di essere giustificato se la prossima volta mi rompo una gamba piuttosto che andare al lago.

Scoperta positiva: per quanto tu possa stare giù, una notizia completamente imbecille può tirarti su un minimo il morale, la ragazza di mio cugino viene a Varsavia per stare con lui qualche giorno, invece di venire insieme i due arrivano per vie e con mezzi completamente separati, lui arriva in macchina giovedì, lei in aereo il sabato. Non so se è perché tema che mio cugino faccia strage di polacche, credo sappia dire “ciao sono Mario” in inglese e poco di più, o perché vuole farsi un weekend romantico con il fidanzato e i di lui suoceri. Insomma una cosa completamente cretina, ma così cretina che mi ha fatto stare bene.

3 Comments

  1. Tu esamini la tua depressione e fai potesi senza vedere cosa hai nel cervello. Senza una risonanza magnetica funzionale brain imagining che evidenzia la gravità dela tipo di depressione, non puoi fare congetture, il che mi sembra assurdo, le tue sono solo ipotesi, è come dire che ho male al fegato e se non lo vedi con una eco come fai a saperlo magari è un altro organo di riflesso! E la tua cura?

    Reply

Leave a Comment.