I pensierini della serata di ieri

Ieri stavo facendo una cosa abbastanza cretina, nel frattempo avevo una connessione a singhiozzo e la cosa migliore che davano in televisione era Rambo III.

Così mi sono ritrovato a caricare dei file via FTP e a mormorare verso Filezilla, il computer e la connessione “dimmi, lo vuoi un calcio in culo?”

Ho usato Yahoo Pipes per qualcosa, non di utile, ma qualcosa. Ho installato plugin di wordpress in automatico, trovandomi a pregare ogni volta che la connessione reggesse fino alla fine della procedura e ripromettendomi che il prossimo l’avrei installato a mano, cosa che poi puntualmente non avveniva, perché, dai, ora la rete regge.

Ho defacciato, come dicono i lamer, mucio.net da solo, per poi darmi del cretino e risistemare la cosa.

Ho fatto una prova. E ho trovato un paio di soluzioni cercando online. Ne ho fatto anche altre e ho trovato una soluzione stronza, ma erano quasi le due e mi sono accontentato. Se fosse un blog tecnico e non avessi qualcuna che rompe quando scrivo cose un minimo complicate sarebbe interessante condividere quello che ho imparato.

Ho provato ad incoraggiare qualcuno.

Correggere il plugin di Woopra per WordPress

woopra

Dopo aver atteso qualche settimana l’approvazione, qualche giorno fa ho installato il plugin per WordPress di Woopra, un sito di statistiche di cui avevo letto bene ultimamente. Una volta inserito il codice nel proprio sito, o, nel caso di wordpress e altri cms, installato il plugin giusto, va installata un’applicazione sul proprio computer che permette di visualizzare in tempo reale l’attività dei visitatori del proprio blog o sito web e in tempi di moria di Lloogg vale la pena provare qualcosa di nuovo.

Oltre alle solite statistiche tipo numero di accessi, tempo passato sulle pagine, browser utilizzato, chiavi di ricerca e altro, quello che rende Woopra unico è la possibilità di chiacchierare con i visitatori del sito: una volta scelto con quale delle sessioni attive parlare, sul browser del navigatore prescelto si aprirà una finestra di chat e si potrà ricevere un feedback in tempo reale sul proprio sito web o semplicemente fare due chiacchiere.

Da quando ho installato il plugin di Woopra però ho iniziato a ricevere delle segnalazioni di errore 404 ogni qual volta mi collegavo alla pagina di amministrazione di WordPress e non è una cosa tanto bella, soprattutto perché un altro plugin mi manda una mail ogni volta che qualcuno arriva su una pagina vuota di mucio.net e mi stava intasando la posta. Così mi sono messo un pochino a cercare online e ho trovato una soluzione al problema.

In pratica, basta andare nella directory del plugin, aprire il file datepicker.js e commentare le seguenti linee di codice, che aggiungono un riferimento ad un javascript che dovrebbe tradurre i nomi dei mesi nella lingua del browser di chi sta visualizzando la pagina admin, javascript che ovviamente non esiste.

// Load the appropriate language file
var scriptFiles = document.getElementsByTagName(‘head’)[0].getElementsByTagName(‘script’);
var loc = scriptFiles[scriptFiles.length – 1].src.substr(0, scriptFiles[scriptFiles.length – 1].src.lastIndexOf(“/”)) + “/lang/” + datePicker.languageinfo + “.js”;

var script = document.createElement(‘script’);
script.type = “text/javascript”;
script.src = loc;
script.setAttribute(“charset”, “utf-8”);
/*@cc_on
/*@if(@_win32)
var bases = document.getElementsByTagName(‘base’);
if (bases.length && bases[0].childNodes.length) {
bases[0].appendChild(script);
} else {
document.getElementsByTagName(‘head’)[0].appendChild(script);
};
@else @*/
document.getElementsByTagName(‘head’)[0].appendChild(script);
/*@end
@*/

Fatto questo la cosa si risolve, se qualcuno pensa che questo plugin è stato assemblato un po’ da cani, ha ragione. Altra nota negativa, è che dal sito www.woopra.com non è possibile vedere le proprie statistiche, ma occorre necessariamente usare l’applicazione, che dietro ad un proxy che richiede autenticazione non va. Insomma, tutti dicono che è carino ma a me non funziona granché. Così per le statistiche in tempo reale, morto lloogg, uso Reinvigorate.

Update: come mi fa notate antirez nei commenti Lloogg è tornato a funzionare su dei server nuovi. Insomma mi ero venduto la pelle dell’orso prima che fosse morto.