Moo-gneti

Moo card

E’ da quando ho visto la prima volta questo tutorial che sognavo di farlo. Ma in Italia era impossibile trovare il nastro adesivo magnetico, se non a prezzi esorbitanti sul sito di qualche importatore di materiale magnetico o tra le aste di qualche venditore straniero su eBay. Alla fin sono riuscito a trovarlo a Varsavia da Lidl, il discount tedesco dove ogni settimana vendono oggetti improbabili a prezzi stracciati.

Una volta comprato questo scotch magnetico è rimasto in giro per casa per un po’ di tempo, finché non l’ho messo in uno di quei cassetti dove si guarda quando si cercano le graffette, gli sconti per le moo card e i pennarelli dalla punta grossa. Le occhiate di Ola ogni volta che lo vedeva significavano più o meno “mi piaci anche se sei così stupido da comprarti giocattoli che ti piacciono ma che non userai mai”, insomma la solita compassione femminile.

Quando siamo tornati dall’Italia ho deciso di trasformare le moo card sui bigliettini della cena azienda di mucio.net, che già avevo eletto ad oracoli per l’anno nuovo, in magneti per il frigorifero per ricordare così ogni giorno come adrà il 2009.

Nella foto in alto gli auspici dell’anno nuovo di Ola e il mio.

(foto originale Moo card di francescomucio)

Sconto del 20% su MOO.com

Moo cards

Al solito mi ricordo le cose solo all’ultimo, delle Moo Card avevo già scritto in passato, così se qualcuno volesse provarle, per chi facesse il suo primo ordine entro il 31 gennaio usando questo codice (U5MV8C) ci sarebbe il 20% di sconto.

Se qualcuno è così anima pia, generoso ed incurante della crisi da ordinare un qualsiasi prodotto da Moo.com, i gentili signori del sito mi regalerebbero un account pro su Flickr, cosa che non mi farebbe schifo più di tanto.

(foto originale Moo cards di Spookygonk)