Sono solo un parto della tua mente malata

Io non parto, io sto qua, io non parto mica, non ci pensare nemmeno, io sto qui e ci sto bene. Mi metto comoda, mi rilasso, anzi sai che ti dico se mi gira mi faccio anche due minuti di sonno, anzi tre. Ahahah! Aspetta cos’è che hai detto, dicevi a me? no, vero? Ahahah!
Cosa dici? ce l’hai con me? non ci credo, tu non sai cosa vuol dire avercela con qualcuno, men che meno con me. Io! Io ce l’ho con te! Tu che mi tieni qui, al chiuso, apriamo un po’ le finestre, facciamo passare un po’ d’aria, per diamine! Areare il locale prima di soggiornare, areare il locale prima di farmi entrare. Qui è pieno di batteri e microbi, ci credo che poi non stai bene. Tu non stai bene, sei malata, tu, non io! Io sto benissimo, o almeno stavo, prima di arrivare qui! E no, che non ne torno dove stavo prima, non lo so nemmeno dove stavo prima di venire qui. Che ne so io, che domande mi fai? Imbecille. Pare che non lo sai. Io, dopotutto, sono solo un parto della tua mente malata.

(frase scelta da ‘Cesca)

(dal postjukebox)