E’ che il mio amico è un poco cafone

Qualche giorno fa ho trovato il mio amico Nardo su Facebook, non lo vedo da un sacco di tempo, così stanotte ho sognato che stavo su un autobus della Sita per Salerno e anche lui stava tornando da qualche parte e ci chiamavamo per dirci dove e come vederci, ma non riuscivamo ad accordarci, allora gli dico “dai, chiamami quando arrivi, così vediamo come cazzo incontrarci.”

Proprio mentre dicevo la parolaccia, mi passava accanto, nell’autobus, una signora anziana con una ragazzina e mi correggeve “in che modo, in quale maniera”. Allora io per giustificarmi dicevo “E’ che il mio amico è un poco cafone e per farmi capire devo scendere al suo livello”