Siete pronti a farvi ammazzare?

Ho intorno gli ultimi discendenti di generazioni di eroi, alcuni sono poco più che bambini, altri hanno combattuto le loro prime battaglie quando questo mondo era più giovane. Tutti guardano me e la lancia che ho accanto, la alzo alla luce del sole appena sorto e la punta di pietra risplende lucida per il sangue di chi prima di me l’ha avuta e a cui è stata tolta nel sangue.

Ieri abbiamo bruciato la testa del cervo con le quattro corna che il nonno di nonno aveva ucciso quando la nostra gente decise di stabilirsi qui e così le nostre tende, perchè stasera non ci serviranno, abbiamo sacrificato due cinghiali agli dei e ci siamo tenuti per noi i loro cuccioli, abbiamo aperto le otri e bevuto fino a quando non siamo caduti a terra storditi, perchè l’ultima notte volevamo viverla davvero.

Li guardo e so che si aspettano le parole di un capo, parole che li incoraggino a sconfiggere il nemico, come hanno sempre fatto da quando il mondo esiste, ma oggi non è così perchè il nemico di oggi è il più forte e numeroso che mai si ricordi, con elmi di ferro lucente e carri armati di spade, oggi non abbiamo speranze se non quella di morire come abbiamo sempre vissuto.

“Uomini, siete pronti a farvi ammazzare? siete pronti a morire squartati da cani armati di spade? siete pronti a vedere i vostri figli diventare schiavi e le vostre mogli le puttane di qualche eunuco dell’impero? I più fortunati di noi saranno quelli che non dovranno darsi la morte da soli per sopportare la vergogna della nostra sconfitta.

“Domani di noi non resterà nulla, i vermi mangeranno le nostre ossa e l’erba sporca del nostro sangue l’anno prossimo sarà di nuovo verde. La storia non ci darà un nome, saremo dei figli bastardi a cui non è permesso chiedere niente.

“Per ognuno di noi sono venuti dieci dei loro, sarebbero dovuti venire in venti, oggi vedranno com’è duro scontrarsi contro il nulla e la loro storia avrà una pagina bianca dove saranno scritti i nostri nomi. Abbiamo già perso tutto. Allora facciamo vedere a questi bastardi come combatte chi non ha niente da perdere”

Certo che quest’anno la serie B su Sky è da seguire.