Ciao Silvio o la filastrocca della decadenza

Silvio Berlusconi

Decade la luna, decade la stella,
decade la donna già giovane e bella.
Decade il futuro strappatoci e tolto,
decade il passato che culla lo stolto.

Decade la vista di chi guarda lontano,
decade coi sogni dentro un pantano.
Decade il bel circo dei mille pagliacci,
decade il paese coperto di stracci.

Decade il buon gusto, decade il buon vino,
decade la voglia di starti vicino.

Decade il politico tra servi e puttane,
decade tra merda e piscio di cane.

Piaceri

Si diverte come un pazzo
a giocare a rubamazzo
e sapessi poi che bello
limonare col bidello,
non c’è storia o geografia
vado in centro con mia zia,
una cosa assai eccitante
dare a calci a un elefante,
molti hanno la passione
di gettarsi dal balcone
e non è nemmeno male
stare al centro commerciale,
piace al grande ed al piccino
scivolare sul gradino
e ci trova proprio gusto
chi ha la gobba e porta il busto,
il più grande dei piaceri?
ripensar gli error di ieri.