10 Comments

  1. Il tuo aforisma mi ha ricordato una cosa che ho letto di recente muciolino. Te la copio anche se forse non te ne frega :P
    \”In realtà, il cinico non è il flagello delle anime belle, ma piuttosto il loro naturale complemento e, nella maggioranza dei casi, il loro destino; il cinico è l’anima bella qualche anno dopo: non ha imparato niente di nuovo, ma interpreta all’inverso quello che ha sempre saputo. Nel terreno morale, per dirla senza giri di parole, l’anima bella ha sempre pensato che ogni atto virtuoso, per essere autentico, dovesse essere un atto di distacco. Più tardi arriva alla conclusione che l’unico distacco di cui l’uomo è capace spontaneamente è il distacco della retina e conclude che la virtù è una farsa e tanto vale abbandonarla.\”
    :)

    Reply
  2. le vrai cinique voit ce que tu ne veut pas voir, s’en fait couper le coeur et puis cherche de vivre sans celui la.
    in francese rende di più.

    Reply
  3. Duckerized: c’è anche chi nasce vecchio e chi ringovanisce con l’età

    Alessandra: secondo me no, essere cinici è divertente per un po’ poi diventa una cosa sterile

    ale xyr: Pane e La Rochefoucauld a colazione?

    Reply
  4. Secondo te no cosa??
    Guarda che la citazione non era affatto pro cinismo :D ma forse senza il seguito non si capisce :) l’autore voleva dimostrare che l’idea di un’etica fondata sul sacrificio è fallimentare dal principio e prima o poi porta chi ci crede ad abbandonarla…solo che a quel punto ci sono due vie, o la disillusione/cinismo di chi non crede più in nulla o un radicale cambio di rotta verso un’etica più sana di egoismo come amor proprio ^_^ (ma quando si parla di egoismo la gente si spaventa perchè pensa che significhi calpestare gli altri, in realtà non si rendono conto che il vero egoista evita in ogni modo di danneggiare chi gli sta intorno perchè sa che sul momento forse gli conviene ma alla lunga gli si ritorcerebbe contro)

    Reply
  5. Secondo me occorrerebbe superare la dicotomia egoismo-sacrificio per gli altri, anche l’egoista che si cura degli altri perchè sa che gli conviene è un egoista e basta, secondo me c’è anche qualcosa di diverso che si può fare.

    Reply
  6. Infatti io non credo che un vero egoista si curi degli altri perchè sa che gli conviene…si cura degli altri solo a condizione di trarne piacere sul momento, senza pianificare di avvantaggiarsene in futuro :D per fare un esempio è egoista uno che fa volontariato perchè gli permette di conoscere gente nuova e carina e di sentirsi utile/gratificato da ciò che realizza ^_^ chi fa volontariato \”solo per fare del bene agli altri\” prima o poi si lamenta di quanto è ingrato il mondo a non tributargli chissà che onori…quelli sono i buoni-martiri, i peggiori :P

    Reply
  7. Secondo me c’è di più, c’è anche chi fa le cose per gli altri senza aspettarsi nulla in cambio, io l’ho fatto e conosco gente che l’ha fatto ed è diverso

    Reply
  8. mucio ma allora parlamm e non c’capaimm come direbbe il pizzaiolo Ciairo :D
    Pure io sto dicendo che si possono fare le cose per gli altri senza aspettarsi nulla in cambio (ho scritto \”senza pianificare di avvantaggiarsene in futuro\”) semplicemente perchè in quel momento ti fa piacere, perchè ti fa stare bene…ma è pur sempre una forma di egoismo :) quella sensazione bella che si accompagna anche alle azioni più nobili ne è il motore, a mio modesto avviso :)

    Reply
  9. Non lo so se diciamo la stessa cosa, a volte si fanno delle cose anche solo per far star bene gli altri e non si pensa proprio al proprio piacere nel far star bene gli altri o ad altre cose, come fanno le mamme con i figli ad esempio.

    Reply

Leave a Comment.